martedì 5 giugno 2012

Il vostro collutorio contiene alcol?

La notizia risale a circa un anno fa, poco meno. L' Oral Cancer Prevention International con sede a New York ha eseguito delle ricerche per collegare la formazione del tumore al cavo orale all'alto contenuto alcolico dei colluttori, oltre che alla presenza di alcuni principi attivi. L'O.C.P.I ha infatti depositato una denuncia a carico della Johnson & Johnson perché pare abbia interferito,  nella distribuzione di un test per rilevare eventuali cellule cancerose nel cavo orale. Pare, ma ovviamente si attende l'esito del processo, che non si volesse dare credibilità al legame tra colluttorio da loro prodotto e la malattia.   
L'O.C.P.I, infatti, ha firmato un contratto con la OraPharma e, sostiene l'accusa, in seguito a forti pressioni della Johnson & Johnson (produttrice di un famoso collutorio usato in tutto il mondo), sia stata ostacolata la messa in commercio di questo prodotto.

Ma quello che interessa più strettamente i fruitori, coloro che utilizzano collutori, al di là della marca, è quanto possa esser pericolosa la presenza di alcol all'interno di questi prodotti. 


La fonte questa volta è il telegraph di cui l'articolo è in parte una traduzione: http://www.telegraph.co.uk/news/uknews/8728327/Listerine-maker-sued-over-cancer-test.html#

domenica 20 maggio 2012

Perché la farina "00" fa male.

Spesso ci troviamo ad usare la farina "00". Forse molti di voi non sanno che in realtà un prodotto così raffinato ha notevoli effetti collaterali sull'uomo. Uno dei migliori articoli che ho trovato sul web che spiega il perché è questo apparso su GreenMe.it. Buona lettura:



Questa farina – diffusissima nei supermercati e comunemente usata negli impieghi casalinghi - si ottiene attraverso la macinazione industriale del chicco di grano, che comporta l'eliminazione del germe (ovvero il cuore nutritivo del chicco, che contiene aminoacidi, acidi grassi, sali minerali, vitamine del gruppo B e vitamine E) e della crusca (la parte più esterna, particolarmente ricca di fibre). Tutto questo porta a un impoverimento della materia prima: da questa macinazione si ottiene infatti una farina raffinata, che si mantiene a lungo, ma risultaterribilmente depauperata e ricchissima di zuccheri.
[Continua a leggere l'articolo cliccando qui]

mercoledì 9 maggio 2012

Che pasta mangiamo?

Oggi ho deciso di parlare di pasta. E più precisamente della pasta italiana. Partendo da questo bellissimo servizio, realizzato da Lisa Iotti per Presa Diretta, si può capire precisamente il paradosso italiano dovuto all'importazione di grano straniero a scapito del grano italiano.

Ho avuto grandissima difficoltà a trovar scritto sui pacchi di pasta (di varie marche italiane) grano 100% italiano. Generamente è facile trovare scritto "ricetta italiana" o "da tradizione italiana" o altre scritte simili. Da qualche mese, forse anche a causa di questo servizio di Presa Diretta, la coop ha deciso di investire su questo tipo di produzione su scala nazionale. Se siete a conoscenza di altre marche di pasta che producono da grano 100% italiano, avvisatemi che creo una lista di prodotti.


La puntata intera di presa diretta potete visualizzarla cliccando qui

martedì 1 maggio 2012

Report ci racconta l'aspartame

L'aspartame è ovunque. In quasi tutti i prodotti dolcificati. Dalla bacheca facebook di Report: "Ufficialmente “solo l’1% dei consumatori ha denunciato effetti collaterali”. Ma l’aspartame è la sostanza più segnalata dai consumatori. La conferma arriva nel 1995, quando un’attivista americana richiede l’elenco degli effetti collaterali arrivati alla FDA.
Le segnalazioni risultano essere più di settemila… I sintomi principali sono mal di testa, vertigini, problemi di equilibrio, alterazioni dell’umore, nausea, dolori addominali e crampi, problemi alla vista, diarrea e all’ottavo posto: crisi e convulsioni.



Il video della puntata.

venerdì 27 aprile 2012

10 aziende in 400 brand

Trovata nel web, una mappa che riassume le partecipazioni di 10 aziende in 400 brand; dalle lamette da barba alle merendine. Buon Appetito.

giovedì 26 aprile 2012

Vandana Shiva sulla globalizzazione e l'uso degli OGM

Questa è un'intervista a Vandana Shiva che parla della globalizzazione in generale ed in particolare sulle conseguenze dell'utilizzo degli OGM e delle pratiche che hanno portato l'economia a renderli "fondamentali" per la produzione di cibo. Buona visione.